Storia di un brand avanguardista: Kuboraum

marzo 27, 2015
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInEmail this to someone
KUBO_MIDO2015_09

Già dal nome, che in tedesco significa letteralmente “stanza cubica” (“Kubo”+ Raum”), si percepisce l’anima geometrica di questo brand, nato dalle menti di Livio Graziottin, designer e scultore e Sergio Eusebi, antropologo e responsabile marketing e comunicazione.

Kuboraum vede la luce nel 2012 a Berlino in un ex ufficio postale convertito in una galleria, che ben presto si è trasformata in studio, showroom e flagship store, location che ispira la produzione di tutti i modelli, pensati e ideati in Germania ma realizzati a mano in Italia.

KuboraumGli occhiali Kuboraum non sono semplicemente un accessorio inanimato, bensì vere e proprie maschere - sinonimo di gioco, ma anche di ostentazione e protezione – indossando le quali cambia la percezione di noi stessi: essa rappresentano “stanze cubiche”, una nuova dimensione dove possiamo sentirci a nostro agio e  in armonia con il resto del mondo, liberi di essere noi stessi, vivendo e sperimentando tutte le nostre identità.

Un brand fuori dagli schermi, in bilico tra estetica e filosofia, che vive delle più variegate contaminazioni, passando per l’arte, l’architettura e il design fino ad arrivare allo sciamanesimo.

Venite a scoprire tutti i modelli firmati Kuboraum da In a White Box!